Prima NIUVS!

 

1

Con un’immagine che non c’entra assolutamente un accidente, piazzata lì al becero scopo di dare un po’ di colore a una pagina assai spoglia, ho il piacere d’inaugurare il mio blog di scrittura creativa! ;D

“Ma Franz, il web è pieno di scribacchini che si sentono in dovere di condividere i propri diari segreti! Non sarai di troppo?”

Purtroppo o per fortuna, nel pregevole periodo storico di minima diffusione dell’analfabetismo, possiamo essere certi che non riusciremo a farci concorrenza. *_*

 

Scherzi a parte, spero davvero di riuscire nel difficile intento d’intrattenere i Lettori che vorranno indugiare un po’ in questo mio piccolo spazio, in una biblioteca che non potrà certo vantare nulla di sofisticato o particolarmente variegato, ma che cercherò di arricchire il più possibile anche, e soprattutto, con il vostro aiuto. 🙂

 

Immediatamente pubblicato troverete il primo capitolo di “Discordia”, una serie di storie brevi intrecciate tra loro da un unico elemento. “Discordia” proseguirà per un po’ (ho in mente con chiarezza le prime due storie, ma vorrei elaborarne almeno cinque o sei) e tratterà alcuni temi dei quali avrei piacere di discutere con tutti i Lettori.

In questo primo capitolo, incentrato sul protagonista Andrew Cruel [sfido i miei amici più stretti a cogliere il riferimento! ;D], avrete un saggio dell’atmosfera che desidero trasmettere. Spero davvero che vi piaccia.

Con cadenza bisettimanale (non è una regola e potrebbe subire variazioni) pubblicherò nuovi capitoli o storie autoconclusive. In futuro, sarebbe bello poter effettuare recensioni riguardo libri consigliati da voi, ma eviterò la narrativa classica o inflazionata, cercando di dedicarmi a pubblicazioni più “di nicchia”, meno conosciute. Ho già qualcosa tra le mani, ma non vorrei sbilanciarmi. 🙂

 

Un enorme ringraziamento per gli amici che mi hanno supportato in questa realizzazione che, vi garantisco, è indubbiamente superiore alle mie conoscenze informatiche. 😛 Un grazie di cuore a coloro che credono in me, che mi restano accanto NON alla fine, perché è facile stringerci alla fine, ma a partire da quello che considero l’inizio di “qualcosa”. Grazie.

 

Per ora è tutto, credo. Ah, per chi se lo stesse chiedendo, la foto del presente articolo è stata scattata da casa mia a Matera nell’estate 2014: essere ispirati dal sorgere della Luna è assai banale, lo so, ma è raro vederla tanto luminosa. 🙂

 

 

Ciao e a presto! ;D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.